FRUTTA

Albicocche di varietà diverse con epoca di maturazione da metà maggio a fine giugno.

L’albicocca è un frutto estivo deliziosamente profumato e dolce, caratterizzato dall’equilibrata presenza di acidi organici e di zuccheri. Non contiene sodio, colesterolo e grassi, ma è molto ricco di Vitamina A e C. Il frutto, detto drupa, ha una dimensione tra i 3,5 e i 6 cm, un colore giallo-arancio con lievi sfumature rosse e una buccia leggermente vellutata. Le albicocche hanno bisogno di un periodo stabilito che varia dai tre ai sei mesi per svilupparsi e maturare e sono prevalentemente raccolte a mano dalla metà di maggio alla fine di giugno.

L’albicocca è ricca di vitamina B, C, PP, ma soprattutto di carotenoidi, precursori della vitamina A. Due etti di albicocche fresche forniscono il 100% del fabbisogno di vitamina A di un adulto. La vitamina A protegge le superfici dell’organismo, interne ed esterne. La sua carenza provoca secchezza della pelle e delle mucose respiratorie, digerenti e urinarie e può portare alla facile rottura delle unghie, alla presenza di capelli fragili e opachi, a certe difficoltà nella cicatrizzazione delle ferite, addirittura a un arresto nella crescita e a un’aumentata fragilità ossea. L’albicocca è ricca di magnesio, fosforo, ferro, calcio, potassio e questo la rende un alimento irrinunciabile per chi è anemico, spossato, depresso, cronicamente stanco. Si raccomanda ai convalescenti, ai bambini nell’età della crescita e agli anziani, ma è sconsigliato a chi soffre di calcoli renali. Il frutto fresco è astringente, se essiccato lassativo.